prof

Lo scorso 2 aprile il Prof. Salvatore Castorina, Docente universitario e Presidente di Obiettivo Legalità, è purtroppo venuto a mancare, lasciando sgomento e tanto cordoglio tra i suoi affetti, i suoi colleghi, i suoi collaboratori e i suoi studenti.
La chiesa gremita di gente che ha voluto salutarlo per l’ultima volta, così come le numerosissime persone che non hanno potuto presenziare al funerale esprimendo comunque dolore per la sua dipartita, hanno rappresentato ulteriore riprova della grande stima e dell’affetto che la comunità nutriva e nutrirà sempre per lui.
Descrivere racchiudendo in poche parole il ritratto dell’uomo, del professore, dello psicanalista, dello studioso che egli è stato, è davvero difficile e le righe che seguiranno certo non potranno rendere giustizia alla sua ricca personalità.
Un ricordo ricorrente tra chi l’ha frequentato e tra i collaboratori erano le enormi librerie che costeggiavano i muri di casa sua, piene di testi e riviste scientifiche riguardanti qualunque argomento: filosofia, letteratura, psicologia, arte… Libri di ogni taglia e dimensione, saggi, manuali, romanzi, riposti tra gli scaffali non sempre ordinatamente, testimoni tanto della grande curiosità che dell’altrettanto vasta cultura del Professore.
Una cultura e una saggezza che non ha mai mancato di trasmettere ai suoi studenti che lo ricordano sempre con particolare trasporto. Gli stessi studenti che nel corso degli anni si sono avvicendati all’interno delle aule, sedi dei vari insegnamenti che ha tenuto per l’Università degli Studi di Catania: Psicologia del lavoro, Psicologia Dinamica, Psicologia Generale, Clinica Psicodinamica… Ancora a distanza di tempo, quei suoi allievi, oramai divenuti professionisti o insegnanti a loro volta, continuano a ricordare con piacere le sue lezioni, mai noiose, sempre vivaci, ma soprattutto chiare e trasmesse con la professionalità e l’arguzia di chi ama le materie e le discipline che insegna.
Un uomo di grande intelligenza e senso critico, che traspariva tanto dal suo lavoro quanto dalle numerose pubblicazioni che hanno preso corpo nel corso della sua carriera. Ha dato importanti contributi alla ricerca su temi che purtroppo non cessano di affliggere la nostra società, come, per citare qualche esempio, l’abuso e la violenza, gli effetti psicologici dell’immigrazione, il bullismo e la violenza tra coetanei, il gioco d’azzardo e le dipendenze patologiche, la legalità, l’usura e i fenomeni corruttivi.
Studi mai banali, che integravano tanto le analisi epidemiologiche e statistiche dei fenomeni, quanto le osservazioni che traeva dal quotidiano e dal concreto della sua attività di psicoanalista, a contatto col paziente e col suo mondo psichico. Il Professore era infatti membro della Società Psicoanalitica Italiana e stimatissimo professionista anche al di fuori del territorio prettamente siciliano.
Da qualche anno, insieme alla Prof.ssa Giuseppina Mendorla, aveva intrapreso la strada dell’associazionismo, dando un ulteriore contributo concreto alla comunità catanese attraverso l’associazione Antiusura Antiracket – Obiettivo Legalità, di cui era cofondatore e Presidente.
I numerosi pazienti affetti da gioco d’azzardo patologico e da gravi problemi di debito e di usura (che purtroppo nella nostra isola è spesso legata alle organizzazioni criminali di tipo mafioso), nonché le diverse ricerche condotte in quest’ambito avevano confermato la necessità di aprire sportelli specifici per fornire aiuto e assistenza a queste tipologie di soggetti, oltre che a chi veniva vessato da situazioni estorsive che comportano per le vittime conseguenze importanti tanto sul piano economico-legale quanto su quello psicologico.
Un attivismo che ha sempre svolto senza risparmiarsi: il Professore interveniva infatti in prima persona nei vari incontri con le Autorità, così come nei vari progetti di sensibilizzazione intrapresi dall’associazione nei confronti degli studenti di scuola secondaria, ai quali non ha mai mancato di spiegare con semplicità e con intelligenza l’importanza del ruolo della legalità all’interno della nostra società e i problemi concreti che derivano da atteggiamenti rischiosi.
Inutile esprimere la mancanza che già sentiamo nei confronti del Professore, dei suoi insegnamenti, dei suoi consigli, così come dei suoi aneddoti e dei suoi racconti, oltre che del suo spirito umoristico che mai veniva meno e che riusciva ad alleggerire anche le giornate più pesanti, le giornate di studio e di lavoro, le lunghe riunioni di fronte al suo computer osservando e ragionando su dati e ricerche… Un uomo di cui ricorderemo anche l’onestà e soprattutto la generosità (spesso era anche molto premuroso!): sempre disponibile, aperto ed accogliente, pronto a fornire consiglio e aiuto, tanto agli studenti quanto a collaboratori e colleghi.

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

©2013-2016 Obiettivo Legalità Associazione antiusura e antiracket. - Cod.Fisc. 93175020879
Design by logo_footer
Top
Seguici: