migranti 2

Il CODICI – Centro per i diritti del cittadino e l’Associazione Obiettivo Legalità esprimono incondizionata solidarietà nei confronti del Dott. Carmelo Zuccaro, Procuratore di Catania, oggetto di pesanti attacchi a seguito di quanto da lui dichiarato sulla questione delle Ong al programma di Rai 3 Agorà.
Il capo della Procura di Catania, infatti da tempo indaga sulla possibilità di relazioni e collusioni tra i trafficanti di migranti, che quasi giornalmente trasportano in condizioni disumane migliaia di persone in fuga dalle proprie terre e in cerca di opportunità di vita, approfittando della loro situazione di disperazione per trarre benefici di stampo economico, e alcune Ong che secondo presunti elementi di prova potrebbero ricevere da questi finanziamenti e dazioni in denaro.

Se quanto sospettato dal Dott. Zuccaro dovesse trovare conferma, ci troveremmo innanzi ad una situazione gravissima, poiché proprio coloro a cui è affidato il compito di fornire aiuti umanitari a chi sbarca presso le nostre coste in situazioni disperate, necessitante di assistenza e cure, sarebbero conniventi con chi sfrutta questo business (che come è emerso anche dall’inchiesta Mafia Capitale, sarebbe parecchio remunerativo, almeno quanto lo è quello della droga e del narcotraffico). Essi si macchierebbero in questo modo del grave delitto di sfruttamento umano, perfettamente contrastante con i principi per i quali sono state istituite le Ong, deputate all’accoglienza dei migranti e all’assistenza di chi vive la doppia tragedia e il trauma dell’abbandono della propria terra, spesso soggetta a terribili conflitti armati o priva di attese per il futuro e il benessere del singolo, e di un itinerario che da viaggio di speranza si tramuta sovente in viaggio di morte.

Sospetti di grande rilevanza, che avrebbero attirato sul Procuratore Zuccaro una pioggia di critiche, provenienti anche dal mondo della politica, dalle Istituzioni e dai media, oltre che da parte di chi lo ha accusato di gettare nubi su chi fornisce aiuti umanitari.

Per questo Il CODICI – Centro per i diritti del cittadino e l’Associazione Obiettivo Legalità scendono in campo manifestando la loro vicinanza al Dott. Carmelo Zuccaro: “Da tempo l’immigrazione è diventata per alcuni un vero e proprio business milionario basato sul mercato della carne umana! Tutto questo è inaccettabile – hanno dichiarato l’Avv. Manfredi Zammataro, Segretario Regionale del CODICI Sicilia, e il Prof. Salvatore Castorina, Presidente di Obiettivo Legalità – Siamo quindi orgogliosi del fatto che il Dott. Zuccaro abbia acceso i riflettori su quanto di torbido esiste in questo settore. Ci auspichiamo che un grande servitore dello Stato come il Procuratore Zuccaro non venga abbandonato dalle Istituzioni, proprio innanzi ad una lotta guidata dal principio della Legalità di così grande portata, che lo potrebbe esporre a rischi non indifferenti nel tentativo di portare Giustizia tra coloro che, se confermato, sarebbero oggetto di un gravissimo sfruttamento umano. Per tale ragione diciamo senza se e senza ma #iostoconzuccaro”

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

©2013-2016 Obiettivo Legalità Associazione antiusura e antiracket. - Cod.Fisc. 93175020879
Design by logo_footer
Top
Seguici: