L’Associazione Obiettivo Legalità esprime indignazione su quanto emerso dall’operazione “my racket” che vede coinvolto il Presidente di un’associazione antiracket. Se quanto contestato dagli inquirenti dovesse trovare conferma nelle aule di tribunale farebbe emergere un quadro inquietante. L’Associazione puntualizza tuttavia che la scoperta di comportamenti devianti come questi non deve travolgere la voglia di ribellarsi al giogo mafioso e soprattutto non deve scoraggiare chi intende denunciare. E’ compito infatti delle realtà sane proseguire nella lotta a tutte le mafie a fianco delle Istituzioni, delle Forze dell’Ordine e della Magistratura.

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

©2013-2016 Obiettivo Legalità Associazione antiusura e antiracket. - Cod.Fisc. 93175020879
Design by logo_footer
Top
Seguici: